La tecnologia ha cambiato le mode estive? Si, con Instagram

Filtri, colori, schermi, effetti vintage, low fi, polaroid, ipercontrasto, desaturazione

Capri, New York, Ibiza , Dubai, Fregene l’unica cosa di cui avrete bisogno è INSTAGRAM

Ed eccoci tornati come ogni Martedì a raccontarvi un po’ di aneddoti, scoop ed a capire cosa e’ vero e cosa no, quest’oggi la questione è di grosso rilievo, stiamo per discutere un argomento di cui alcun giornale o settimanale parlerà, stiamo per rivelarvi quale sarà la vera moda dell’estate duemiladodici dimenticate occhialoni, pareo, sandali con tacchi vertiginosi, ovunque sarete: Capri, New York, Ibiza , Dubai, Fregene l’unica cosa di cui avrete bisogno è INSTAGRAM.

Filtri, colori, schermi, effetti vintage, low fi, polaroid, ipercontrasto, desaturazione, ristarurazione, afferrate il vostro smartphone e scattate foto a qualsiasi cosa vi si presenti dinanzi, giocate con gli effetti, caricate il tutto sulla community ed il gioco è fatto: ora siete parte di una lobby.
Vi vogliamo bene, lo sapete e quindi non vi lasceremo arrivare alla fine dell’articolo senza avervi suggerito come accedere alla community ed anche una scelta di soggetti cool da immortalare.

Step one: instagram.com ecco il sito da cui poter scaricare la app gratuita per Iphone e per android, pochi secondi dopo il download dovrete inserire una username, completare il vostro profilo preferibilmente inserendo frasi ad effetto, scegliere una lista di social networks a cui collegarsi in parallelo , affinchè la vostra immagine compaia in ogni dove: Twitter, Facebook, Flickr, Tumblr, Foursquare ma c’è da stare attenti perchè se il vostro Twitter è già collegato al vostro Facebook che allo stesso tempo pubblica in real time quello che postate su Flickr passando per la vostra posizione attuale nel mondo su Foursquare rischiate di diventare ripetitivi e saturare la pazienza dei social users, quindi occhio alla metodologia di condivisione!

Una volta superato questo primo step si passa alla seconda fase, quella dell’inserimento di una foto profilo, a differenza di Facebook su Instagram come su Twitter, non va di moda modificarla continuamente, quindi scegliete bene.

Step tre; ricerca degli amici attraverso le liste dei vostri social in uso. Non sarà sempre facile comunicare con alcuni di loro , specialmente se hanno molti followers ma la pazienza è la virtù dei forti.

Step quattro: scattare o caricare una foto, condividerla, scegliendo nome ed hashtags (badate bene alla scelta di questo tipo di tags perchè sono il biglietto d’ingresso per il vostro successo come fotografo instagram), commentare le foto di altri utenti, utilizzare il tastino a forma di cuore quando e se vi piacciono gli scatti dei vostri contatti.
Non caricate molte immagini al giorno, non va bene riempire i vostri amici di contenuti da seguire e non è elegante, rischiereste di rimanere unici followers di voi stessi.

Una volta spiegatovi il funzionamento base della App arriviamo all’ultimo passaggio: consigli per lo scatto. Tutti i filtri Instagram sono in voga ma più il vostro sarà in stile retrò più la foto piacerà, non dimenticare di utilizare il tool per sfocare l’immagine, vi darà un tocco di ulteriore charme. Appena partiti per un viaggio fotografate il mare ripreso dalla balaustra della nave se siete per le acque, la strada in corsa dal parabrezza se siete in terra e la mitica ala dell’aereo se invece siete fra le nuvole, fotografate il cibo nel vostro piatto prima di ingerirlo, la prima colazione, in particolare, su Instagram è fra i contenuti più condivisi, cani, gatti, animali da compagnia sono gettonatissimi, ancor di più se sorpresi in pose tenere o curiose, bandierine colorate triangolari, forme geometriche, paesaggi desaturati, fiorellini di campo, papaveri e la foto di voi stesi sulla sabbia ripresi dalla pancia (o se siete donne dal seno) con sullo sfondo un bel mare azzuro dietro i vostri piedi, autoscatti allo specchio ma in posa originale. Siate attenti all’autoscatto è troppo mainstream, quindi mediocre ed inflazionato, Altra chicca è scegliere bene la cover-case del vostro smartphone: si và dal controller anni ’90 della Nintendo, alla Polaroid passando per la bandiera inglese, il furgoncino della Volkswagen ed arrivando alla cover di gomma rosa con tanto di orecchie da coniglietta.

Adesso che sapete come muovervi in questo mondo andate e fotografatene tutti, che lo spirito di Cartier-Bresson sia con voi.

QUI una serie di scatti/consiglio per le notte folli che vi attenderanno in vacanza, che voi siate instagram/fotografi o instagram/soggetti.
 

Fiorella Quarto

Riproduzione Riservata ®

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace questo articolo? Condividilo:

Comments

comments